web agency trento blog articolo web marketing

E-commerce: ottimizzazione per migliorare il tasso di conversione

Lug 20, 2022 | E-Commerce, Siti Web

Migliora da subito le prestazioni delle tue vendite online

Creare un sito web e sviluppare la propria attività online è sicuramente un’iniziativa importante per tantissime tipologie di business.

Per far sì che queste decollino, però, è importante monitorare il tasso di conversione e cercare di aumentarlo, passo dopo passo.

Il tasso di conversione (o conversion rate) è un dato percentuale che sta ad indicare il numero di utenti che hanno compiuto un’azione specifica sul proprio sito web.

Nel caso di un e-commerce non sta ad indicare solamente quante persone hanno acquistato un determinato tipo di articolo, ma anche, ad esempio, quante si sono iscritte alla newsletter o hanno scaricato un contenuto gratuito.

Ecco perché è importante, prima di iniziare ad investire denaro in campagne, stabilire degli obiettivi precisi e poi cercare di raggiungerli attraverso strategie specifiche.

Come calcolare il tasso di conversione

Se è vero che ogni azienda ha i propri obiettivi, allora è anche vero che non esiste una risposta valida per ogni tipologia di business.

In ogni caso, ogni volta che un utente esegue un’azione che tu avevi previsto, avviene, di fatto una conversione.

Per fare un esempio, possiamo dire che se un e-commerce ha un conversion rate o CR del 2% significa che su 100 visitatori 2 hanno completato l’acquisto o 20 su 1000.

Ovviamente, maggiore è il numero di queste azioni rapportato al numero di visitatori, maggiore sarà il tasso di conversione.

Ma quando possiamo dire che un CR è “buono”, quindi, che il tuo sito sta effettivamente lavorando in maniera funzionale?

Generalmente, possiamo dire che nel settore B2B, un buon tasso di conversione è pari all’1-2%, mentre nel caso del B2C, il CR è soddisfacente se raggiunge il 3-4% (carrelli di valore massimo di 50€, 2% nel caso di carrelli sui 300€ e 1% con carrelli superiori a 300€).

I fattori che influenzano il tasso di conversione

Esistono diversi elementi che possono influenzare il tasso di conversione del tuo e-commerce e in questo paragrafo ti spieghiamo quali sono gli aspetti che devi tenere in considerazione per aumentarlo.

Una delle prime cose che devi analizzare è la struttura del tuo e-commerce: sei sicuro che il tuo sito sia facile e intuitivo? I clienti riescono ad effettuare tutti i passaggi in maniera semplice e fluida?

Controlla tutto il percorso fino al completamento dell’acquisto e valuta in maniera critica quali potrebbero essere le eventuali aree di miglioramento.

Ancora prima di pensare all’azione che farà sul tuo sito, devi conoscere alla perfezione chi lo visiterà, ovvero, il tuo target di riferimento.

Individuare in maniera chiara e precisa chi è il tuo pubblico è fondamentale per avere un e-commerce di successo. 

Se pensi di poter vendere a tutti, non venderai a nessuno!

Un altro aspetto essenziale per aumentare il tuo tasso di conversione è sapere da quale device accedono i tuoi utenti per raggiungere il tuo sito.

Lo strumento che i tuoi clienti utilizzano per visitare il tuo negozio online cambia la loro user experience. E di conseguenza cambiano anche le percentuali di successo nell’acquisto.

Secondo le statistiche, i tassi di conversione sono più alti da desktop, nonostante la maggior parte delle visite avvenga da mobile.

Per questo, ti consigliamo di avere un sito responsive, capace di offrire un’esperienza di navigazione altamente efficace anche da smartphone.

Vuoi migliorare le prestazioni del tuo e-commerce?

Se cerchi un professionista che ti aiuti ad aumentare il tasso di conversione del tuo e-commerce, affidati da noi. 

Supportiamo le piccole e medie imprese per sviluppare i loro business online.

Contattaci per fissare un appuntamento e saremo felici di creare una strategia personalizzata per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

valenina copywriter exvoid

Scritto da:

Valentina Quaranta